$type=grid$count=4$tbg=rainbow$meta=0$snip=0$rm=0

L’Sos della Sea Eye ancora ferma a largo di Malta: “L’Europa decida in fretta”

SHARE:

Continua l’odissea della nave Alan Kurdi della Ong tedesca Sea Eye, ormai al sesto giorno di navigazione , in attesa che l’Europa indichi...

Continua l’odissea della nave Alan Kurdi della Ong tedesca Sea Eye, ormai al sesto giorno di navigazione, in attesa che l’Europa indichi un porto sicuro dove far sbarcare i 64 naufraghi a bordo, tra cui donne e bambini. La Alan Kurdi si trova bloccata a Sud Est di Malta in attesa che venga presa al più presto una decisione per consentire lo sbarco: «Al momento non abbiamo l’autorizzazione per entrare nelle acque territoriali maltesi e ci atteniamo agli ordini, ma nel frattempo le condizioni meteo non sono favorevoli e non sappiamo quanto tempo ci vorrà per sbloccare la situazione, in attesa confidiamo in un rifornimento di viveri e beni di prima necessità», spiega a Vita, Carlotta Weibl, portavoce della Sea Eye.

Tra le 64 persone a bordoci sono anche le due famiglie, una proveniente dalla Nigeria con una bimba di solo un annoe l’altra dal Benin con un bimbo di sei anni che venerdì scorso si sono rifiutate di sbarcare a Lampedusa per non essere separate dai loro mariti: «Due motovedette della Guardia Costiera si sono avvicinate alla Alan Kurdi per evacuare solo le mamme con i bambini, lasciando a bordo i loro papa, ma le famiglie naturalmente si sono rifiutate, l’Italia ha violato i loro diritti di famiglia», aggiunge la portavoce tedesca.

Nessuna notizia invece sui 50 dispersiche la nave Sea Eye stava ricercando a largo di Zwara: «Eravamo l’unico mezzo navale che stava cercando i naufraghi in quel momento, chiediamo che anche le altre Ong possano riprendere i soccorsi perché altrimente queste persone continueranno a morire, ai 50 dispersi si aggiungono i 41 della settimana precedente, di entrambi i barconi nessuno ha avuto più notizie», aggiunge la portavoce nella speranza che la situazione per i 64 naufraghi a bordo si sblocchi al più presto: «Confidiamo nel lavoro del governo tedesco, ma è inaccettabile che le operazioni di salvataggio di esseri umani dipendano da contrattazioni politiche», conclude Carlotta Weibl.


by Alessandro Puglia via Vita.it - Ultim'ora - News Feed

COMMENTS

Nome

notizie,4059,
ltr
item
giornale libertà: L’Sos della Sea Eye ancora ferma a largo di Malta: “L’Europa decida in fretta”
L’Sos della Sea Eye ancora ferma a largo di Malta: “L’Europa decida in fretta”
http://i.cdn-vita.it/blobs/variants/5/7/0/9/57099a01-793b-41d7-8495-1b699ab90cfd_large.jpg?_636903428030227080
giornale libertà
http://giornaleliberta.blogspot.com/2019/04/lsos-della-sea-eye-ancora-ferma-largo.html
http://giornaleliberta.blogspot.com/
http://giornaleliberta.blogspot.com/
http://giornaleliberta.blogspot.com/2019/04/lsos-della-sea-eye-ancora-ferma-largo.html
true
3232550316594553791
UTF-8
Loaded All Posts Not found any posts VIEW ALL Readmore Reply Cancel reply Delete By Home PAGES POSTS View All RECOMMENDED FOR YOU LABEL ARCHIVE SEARCH ALL POSTS Not found any post match with your request Back Home Sunday Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat January February March April May June July August September October November December Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec just now 1 minute ago $$1$$ minutes ago 1 hour ago $$1$$ hours ago Yesterday $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago more than 5 weeks ago Followers Follow THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share. STEP 2: Click the link you shared to unlock Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy