$type=grid$count=4$tbg=rainbow$meta=0$snip=0$rm=0

La piccola Haiti alle porte di Tijuana

SHARE:

La bimba era nata da poco, ma loro sono partiti lo stesso, per cercare una vita diversa da quella che avrebbero fatto nella loro Haiti , or...

La bimba era nata da poco, ma loro sono partiti lo stesso, per cercare una vita diversa da quella che avrebbero fatto nella loro Haiti, ora che la svalutazione del gourde, la moneta ufficiale, fa coppia con una inflazione galoppante.

I disordini di questi giorni, secondo l’agenzia EFE, hanno provocato 26 morti e 77 feriti nelle manifestazioni dell’opposizione contro il presidente. I vetri spaccate dei negozi e le macchine divelte fanno capire che ad Haiti questi sono settimane di tensione intensa.

In tanti sono scappati alle porte degli Usa, in un microcosmo, poco noto in America e ancor meno in Europa. Un mondo fatto da case di cartone e lamiera, piccole baracche e la strada che diventa un fiume di fango quando piove tanto.

Benvenuti alla Piccola Haiti, 10 chilometri a sud est da Tijuana. Il caldo in questa fetta di Messico, è già iniziato a marzo. Siamo nello stato della California del Sud, una striscia di terra che si tuffa nel profondo Pacifico. Tijuana, riceve da anni oramai un numero impressionante di migranti che sognano di varcare la frontiera e arrivare a San Diego, uno dei posti più ambiti d’America.

Tra questi la famiglia di Christopher e Zaida è solo una delle migliaia arrivate qui da Haiti. Con il presidente Obama i visti e permessi umanitari permettevano ai migranti di vivere negli Usa per un periodo di tempo e cercare un lavoro.

Con l’arrivo di Trump si sono chiuse le porte degli Stati Uniti e centinaia di famiglie vengono rimpatriate alla frontiera, unendosi a quelle appena arrivati da Haiti. «In tanti sono i rimpatriati e solo adesso il presidente Donald Trump ha concesso la proroga per i 60mila irregolari che vivono negli Stati Uniti del permesso temporaneo, posticipandolo di un anno, al 22 giugno del 2010. Una mossa politica di appoggio al governo haitiano di Jovenel Moise, colpevole, secondo la minoranza, del disastro economico che sta flagellando Haiti». Wilner Metelus, presidente del comitato in difesa degli afromessicani e haitiani naturalizzati in Messico, segue da anni la storia, la storia della sua gente.


by via Vita.it - Ultim'ora - News Feed

COMMENTS

Nome

notizie,4059,
ltr
item
giornale libertà: La piccola Haiti alle porte di Tijuana
La piccola Haiti alle porte di Tijuana
http://i.cdn-vita.it/blobs/variants/f/4/6/3/f4638f42-0f32-4239-8e54-19c7e0bb1eb2_large.jpg?_636875654414127402
giornale libertà
http://giornaleliberta.blogspot.com/2019/03/la-piccola-haiti-alle-porte-di-tijuana.html
http://giornaleliberta.blogspot.com/
http://giornaleliberta.blogspot.com/
http://giornaleliberta.blogspot.com/2019/03/la-piccola-haiti-alle-porte-di-tijuana.html
true
3232550316594553791
UTF-8
Loaded All Posts Not found any posts VIEW ALL Readmore Reply Cancel reply Delete By Home PAGES POSTS View All RECOMMENDED FOR YOU LABEL ARCHIVE SEARCH ALL POSTS Not found any post match with your request Back Home Sunday Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat January February March April May June July August September October November December Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec just now 1 minute ago $$1$$ minutes ago 1 hour ago $$1$$ hours ago Yesterday $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago more than 5 weeks ago Followers Follow THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share. STEP 2: Click the link you shared to unlock Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy